Ultimo aggiornamento: Agosto 31, 2021

Il nostro metodo

17Prodotti analizzati

39Ore trascorse

8Articoli valutati

86Recensioni degli utenti

Un antisettico è usato principalmente in campo medico per prevenire l'infezione di una ferita. Può uccidere vari germi come virus, funghi e batteri. A causa di questo effetto antisettico, gli antisettici sono anche usati come disinfettanti.

Con l'aiuto del nostro test antisettico 2021, vorremmo fornirti tutte le informazioni importanti sul tema degli antisettici. Questo include l'effetto e l'uso degli antisettici così come le possibili alternative. Inoltre, abbiamo confrontato diversi antisettici tra loro e selezionato il migliore per te.




Sommario

  • Gli antisettici sono utilizzati sia in ambito medico che privato per prevenire le infezioni delle ferite. Inoltre, gli antisettici possono anche essere utilizzati per disinfettare le superfici.
  • Si fa una distinzione tra antisettici liquidi e unguenti antisettici e gel. Prima di comprare un antisettico, ci sono dei criteri che dovresti considerare quando fai la tua scelta.
  • Anche se l'antisettico è convincente con la sua azione efficace, ci sono molte alternative che puoi sicuramente considerare e che possono essere almeno altrettanto efficaci.

Antisettico: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Criteri di acquisto e valutazione degli antisettici

Non tutti gli antisettici sono uguali. Ci sono alcuni criteri che sono importanti per scegliere il prodotto giusto. Questi aspetti includono:

Prima di acquistare un antisettico, dovresti confrontare le diverse offerte in base a queste caratteristiche.

Ingredienti

La composizione degli ingredienti degli antisettici dipende dal produttore da un lato e dall'uso previsto dall'altro. Anche le proporzioni delle diverse sostanze possono variare molto.

Gli ingredienti comuni di un antisettico sono acqua purificata e alcoli come etanolo, esanolo e propanolo. Ma anche altre sostanze come poliesanide, cloruro di sodio, povidone-iodio, clorexidina e idrossido di sodio.

Con gli antisettici, si fa principalmente una distinzione tra prodotti con e senza alcol. L'alcol ha un effetto antisettico molto forte, ma può essere troppo aggressivo per alcune applicazioni.

Compatibilità con la pelle

Un altro punto importante quando si sceglie un antisettico è la compatibilità del prodotto sulla pelle. La tolleranza della pelle dipende, tra le altre cose, dagli ingredienti dell'antisettico.

I sigilli di qualità più noti sono quelli di Dermatest, ECARF, DAAB e Deutsche Haut- und Allergiehilfe e.V.

Puoi riconoscere un'intolleranza del prodotto sulla pelle dalle recensioni dei clienti. I disturbi più comuni sono una sensazione di bruciore sulla pelle, dolore quando l'antisettico entra in contatto con le ferite e reazioni allergiche.

Dovresti anche controllare se il prodotto è stato testato dermatologicamente. Tale etichetta mostra principalmente che l'antisettico è stato sottoposto a vari test. Tuttavia, dovresti sempre guardare gli ingredienti del prodotto.

Odore

L'odore dell'antisettico è anche influenzato dalla composizione dei vari ingredienti. La percezione degli odori è molto soggettiva e individuale.

In generale, un antisettico può avere un odore relativamente neutro e delicato o molto penetrante. Secondo le recensioni del prodotto, i clienti hanno riportato un odore chimico. Gli antisettici con un alto contenuto di alcol sono stati spesso segnalati per avere un forte odore.

L'odore di un antisettico non ha niente a che fare con la qualità o l'efficacia del prodotto. Tuttavia, un odore neutro o piacevole può essere un importante criterio di acquisto.

Packaging

A prima vista, il packaging non ha nulla a che fare con il prodotto stesso, ma può certamente avere una forte influenza sulla decisione di acquisto.

Antisettico è disponibile in confezioni di valore e in pratiche confezioni. Questi dovrebbero essere sempre robusti e a prova di perdite.

Da una parte ci sono confezioni pratiche e maneggevoli che sono ideali per viaggiare e dall'altra ci sono confezioni molto grandi che vengono chiamate value pack. Con questi, di solito puoi risparmiare un po' di soldi e comprare una grande quantità di prodotto in una volta sola.

L'imballaggio degli antisettici dovrebbe essere sempre robusto ed ermetico in modo che l'antisettico non possa accidentalmente fuoriuscire. Idealmente, dovrebbe anche avere una serratura a prova di bambino. In alternativa, puoi ovviamente conservare l'antisettico in un luogo inaccessibile ai bambini.

Guida: Risposte dettagliate alle domande più frequenti sugli antisettici

Nelle sezioni seguenti, abbiamo riassunto tutte le informazioni importanti sugli antisettici per rispondere a qualsiasi domanda potenziale tu possa avere e per darti una comprensione dello stato attuale della scienza.

Cos'è l'antisettico e come funziona?

Un antisettico è una sostanza chimica che viene usata principalmente in medicina per prevenire la sepsi come risultato di un'infezione della ferita.

La sepsi è causata da germi e danneggia gli organi e i tessuti del corpo in modo pericoloso per la vita.

Gli antisettici hanno il compito di uccidere, rimuovere o rendere inattivi vari batteri, virus e funghi (1).

Antiseptikum

Gli antisettici giocano un ruolo importante nella medicina, proteggendo sia i pazienti che i medici. (Fonte immagine: Kreuz_und_Quer / pixabay)

Gli antisettici sono usati anche nell'uso quotidiano per la pulizia e la disinfezione delle ferite. Si dice che la sostanza abbia i seguenti effetti

  • Battericida, batteriostatico
  • Fungicida, fungistatico
  • Virucida, virustatica
  • Sporicidio

Gli antisettici possono essere utilizzati sia per applicazioni interne che esterne e nella maggior parte dei casi possiedono tutte le proprietà di cui sopra.

Battericida, batteriostatico

Una proprietà dell'antisettico è il suo effetto battericida. L'antisettico può danneggiare i batteri a tal punto che vengono uccisi almeno al 99% e questo entro le prime 4 ore dall'applicazione (2, 3).

Inoltre, gli antisettici possono anche avere un effetto batteriostatico, il che significa che i batteri vengono inibiti nella loro crescita ma non uccisi. Gli antisettici altamente concentrati con proprietà batteriostatiche possono spesso avere anche effetti battericidi, mentre livelli molto bassi di antisettici battericidi possono avere anche effetti batteriostatici (2).

Fungicida, fungistatico

Gli antisettici possono anche agire come fungicidi, che uccidono vari tipi di funghi. Fungicida significa letteralmente uccidere i funghi e il processo è chiamato fungicida (4).

Come i batteri, anche i funghi possono essere inibiti dalla crescita e dalla moltiplicazione. Un antisettico con tali capacità ha un cosiddetto effetto fungistatico (5).

Virucida, virustatica

Gli antisettici virucidi possono mostrare un effetto virus-killer avvolgendo completamente i virus e impedendo la loro infettività. Gli antisettici con capacità virucide non sono utilizzati per applicazioni interne, ma sono per lo più utilizzati come disinfettanti (6).

Un antisettico con azione virucida, chiamato anche agente virostatico, può inibire la moltiplicazione dei virus senza ucciderli. Viene utilizzato principalmente nelle infezioni virali in cui il sistema immunitario non è in grado di combattere il virus da solo. Le sostanze utilizzate in medicina contro i virus hanno esclusivamente proprietà virustatiche (7).

Sporicidal

Gli antisettici possono anche uccidere le spore, cioè le forme riproduttive e di sopravvivenza di funghi, batteri e protozoi, rendendoli così sterili. Questa proprietà è chiamata sporicida. Gli sporicidi possono potenzialmente fermare la germinazione danneggiando la membrana interna della spora (8).

Quali effetti collaterali possono avere gli antisettici?

Naturalmente, gli antisettici possono anche causare effetti collaterali. L'effetto più pericoloso che l'antisettico può avere è la citotossicità, che è abbastanza alta rispetto agli antibiotici (9).

Questo effetto può portare ad una significativa riduzione della proliferazione cellulare, cioè la crescita e la moltiplicazione delle cellule. Questo potrebbe anche portare a possibili danni ai tessuti. Tuttavia, questo effetto è stato indagato solo in pochi studi (10).

Altri possibili effetti collaterali che possono verificarsi dall'uso dell'antisettico sono:

  • Prurito
  • Arrossamento della pelle
  • Blistering
  • Reazioni allergiche

Gli antisettici di solito non hanno gravi effetti collaterali e sono anche considerati sicuri da usare sulle ferite (11) e nella bocca (12).

Quali sono i diversi tipi di antisettico?

In generale, ci sono tre diversi tipi di antisettici. Questi sono separati l'uno dall'altro nella loro forma di dosaggio. Puoi comprare antisettici in forma liquida, come unguento o gel.

Tipo Descrizione
Liquido Gli antisettici liquidi possono essere usati come soluzione o spray. Il più grande vantaggio di questo tipo è il tempo di azione veloce dell'agente. Gli antisettici in forma liquida possono anche essere dosati individualmente e miscelati in diverse concentrazioni.
Unguento gli antisettici unguento sono caratterizzati da un alto contenuto di grassi e sono quindi assorbiti più lentamente. Sono molto adatti per le ferite secche e non dovrebbero piuttosto essere usati per le ferite piangenti, poiché la secrezione della ferita può essere accumulata a causa del contenuto di grasso. In questo caso, è meglio usare antisettici liquidi.
Gel Gli antisettici che si presentano come gel hanno un effetto rinfrescante. Hanno un alto contenuto di acqua e sono senza grassi. Grazie a queste proprietà, i gel antisettici sono ideali per le ustioni, le punture di insetti e le irritazioni della pelle a seguito di reazioni allergiche.

A differenza dell'alternativa liquida, gli antisettici in pomata e in gel hanno una durata di conservazione limitata. Dovresti sicuramente prestare attenzione a questo quando usi gli antisettici.

Antiseptikum

Gli antisettici liquidi sono molto facili da dosare e da applicare in bottiglie spray. (Fonte immagine: Squirrel_photos / pixabay

Quale forma di antisettico è giusta per te dipende dall'uso previsto del prodotto.

Come dovrebbe essere dosato l'antisettico?

Il dosaggio dell'antisettico dipende molto dalla zona in cui vuoi usarlo. Nella seguente lista, troverai una panoramica delle raccomandazioni di applicazione per diverse aree.

  • Ferite: Sia per le ferite aperte che per quelle chiuse, come abrasioni, tagli e lacerazioni, le aree interessate dovrebbero essere trattate con antisettico immediatamente dopo la ferita. Puoi spruzzare le ferite, strofinarle con un gel o una pomata o tamponarle con una soluzione. Nella maggior parte dei casi, una singola applicazione di antisettico è sufficiente. Può anche essere usato fino a quando la ferita scompare, ma non per più di sei giorni (13).
  • Pelle: per disinfettare la pelle, gli antisettici devono agire per diversi periodi di tempo secondo la lista dei disinfettanti DGHM. Il tempo di esposizione dipende dall'area della pelle. Gli antisettici dovrebbero agire per circa 15 secondi nelle aree con poche ghiandole sebacee e per un minuto nelle aree con molte ghiandole sebacee. Sulle articolazioni e sulle cavità del corpo, il tempo di esposizione può variare da uno a dieci minuti (14).
  • Naso: nel caso di infezioni nella cavità nasale, gli antisettici possono eliminare i germi dopo pochi giorni se il prodotto viene applicato due o tre volte al giorno. Anche nelle infezioni difficili da Staphylococcus aureus, miglioramenti significativi e guarigioni quasi complete possono essere raggiunti entro un trattamento di sei mesi con antisettici (15, 16).
  • Zona vaginale: Gli antisettici possono mostrare miglioramenti iniziali ed esercitare il loro effetto antisettico già 30 minuti dopo l'applicazione nella zona vaginale (17). Dopo circa sette giorni, è molto probabile che la maggior parte dei germi siano stati uccisi dall'antisettico e che il trattamento dell'infezione batterica vaginale sia già stato completato con successo (18).

Antiseptikum

Dovresti sempre pulire le ferite direttamente con un antisettico e proteggerle con una benda o un cerotto per prevenire le infezioni. (Fonte immagine: Grizovskaya / 123rf)

Se non sei sicuro di come usare l'antisettico, dovresti chiedere consiglio ad un medico o ad un farmacista.

Quanto costa l'antisettico?

I prezzi variano a seconda della forma di antisettico che vuoi comprare. La seguente tabella mostra la gamma di prezzi approssimativa per 100 millilitri per i diversi tipi di antisettico.

Tipo Prezzo per 100 millilitri
Liquido circa 3-15 euro
Unguento circa 6-27 euro
Gel circa 12-70 euro

A differenza dei gel antisettici e delle pomate, gli antisettici in forma liquida hanno una durata di conservazione molto lunga. Puoi quindi comprare questi prodotti in grandi quantità e risparmiare denaro se necessario. Gli antisettici in pomata costano un po' di più degli spray o delle soluzioni.

Gli antisettici di gran lunga più costosi sono quelli in forma di gel. Questa alta gamma di prezzi è dovuta alle diverse aree di applicazione. Per esempio, i gel antisettici destinati specificamente ai piercing sono significativamente più costosi dei gel disinfettanti convenzionali per le mani.

Dove posso comprare l'antisettico?

Antisettico può essere acquistato localmente nei negozi o comodamente ordinato online. Secondo la ricerca, la maggior parte degli antisettici sono venduti attraverso i seguenti negozi

  • amazon.com
  • Farmacia
  • Negozio di alimenti naturali
  • Drugstore

Se ordini antisettici dalle farmacie per corrispondenza, puoi confrontare diverse offerte e scegliere l'opzione migliore per te.

Quali sono le alternative all'antisettico?

Se non vuoi usare l'antisettico per varie ragioni, abbiamo riassunto alcune alternative in questa sezione. Le diverse opzioni hanno anche effetti diversi, quindi potresti dover scegliere diverse alternative.

Alternativa Descrizione
Aceto L'aceto è efficace contro muffe, virus e batteri. L'essenza di aceto dovrebbe contenere almeno il 25% di acido acetico. La miscela è adatta all'uso domestico e alla pulizia delle ferite. Si possono pulire le superfici con l'essenza di aceto puro. Per il vostro bucato, mescolate l'aceto con l'acqua in un rapporto di 1:4 e lasciatelo in ammollo per circa 30 minuti. Puoi pulire una ferita con aceto bianco per prevenire l'infezione.
Candeggina all'ossigeno Questa alternativa non è adatta alle ferite, ma al bucato e alle superfici. Per la pulizia dei tessuti, aggiungere uno o due cucchiai di candeggina a ossigeno al detersivo e lavare a 60°C o più. Per pulire le superfici, puoi anche mescolare la candeggina con l'acqua in un rapporto di 1:4.
Sale Il sale è molto buono per disinfettare le ferite e rimuovere i germi. Per fare questo, bisogna prima far bollire l'acqua e poi versare il sale. Per 150 millilitri d'acqua, si dovrebbe usare circa un cucchiaio di sale. Ora puoi versare l'acqua salata tiepida direttamente sulla ferita o tamponare la ferita con un batuffolo di cotone. Si dovrebbe ripetere questa procedura più volte al giorno fino a quando la ferita è chiusa.
Cipolle A causa della sostanza quercetina contenuta nelle cipolle, sono eccellenti per disinfettare le ferite. Grazie al composto di zolfo, le cipolle hanno anche un effetto antidolorifico. Per fare questo, basta tritare le cipolle e metterle sulla ferita.
Aglio L'aglio è anche ideale per pulire le ferite a causa dell'effetto antibatterico e antinfiammatorio dell'allicina. Puoi schiacciare quattro o cinque spicchi d'aglio e mescolarli con un po' di miele. Poi applica questa miscela alla ferita e lavala dopo dieci minuti.
La tua saliva Se sei in giro e non hai altro a portata di mano, puoi anche applicare la tua saliva sulla ferita. La tua stessa saliva può avere un effetto antibatterico e disinfettare le ferite minori, come un taglio sul dito. Tuttavia, questo funziona solo con la propria saliva, poiché la saliva estranea contiene anche batteri estranei.

Queste alternative sono già disponibili nella maggior parte delle famiglie e sono anche facili da ottenere. Dovresti fare attenzione a scegliere l'opzione giusta per lo scopo giusto. Questo è l'unico modo per assicurarsi che l'effetto desiderato si verifichi.

Fonte immagine: Galitckaia / 123rf.com

Riferimenti (18)

1. Kramer A, Assadian O, Exner M, Hübner N, Simon A. Krankenhaus- und Praxishygiene. Elsevier GmbH, München. 2012;2:73-91.
Fonte

2. Rheinbaben F, Köhnlein J, Naujox K, Werner S. Zur Wirksamkeit der Kombination von Xylometazolinhydrochlorid und Dexpanthenol gegen Bakterien, Hefen und Viren. 2017;39(2):36-39. doi:10.1016/j.khinf.2017.03.002.
Fonte

3. Grünewald K. Theorie der medizinischen Fußbehandlung, Ein Fachbuch für Podologie. Verlag Neuer Merkur GmbH, München. 2006;1:232-233.
Fonte

4. Salakdeh M. Der Einfluß topisch applizierter Antiseptika auf die Mikrozirkulation der gesunden Haut. Bergmannsheil Klinik, Bochum. 2005:10-12.
Fonte

5. Assmann H, Beckmann K, Bergmann G, Bohnenkamp H, Doerr R, Eppinger H, Grafe E, Hiller F, Katch G, Nonnenbruch W, Schittenhelm A, Schoen R, Siebeck R, Strahhelin R, Stepp W, Straub H, Stroebe F. Lehrbuch der inneren Medizin. Springer-Verlag, Berlin. 1939;4(1):71-74.
Fonte

6. Wood A, Payne D. The action of three antiseptics/disinfectants against enveloped and non-enveloped viruses. J Hosp Infect. 1998;38(4):283-295. doi:10.1016/s0195-6701(98)90077-9.
Fonte

7. Kampf G. Efficacy of ethanol against viruses in hand disinfection. J Hosp Infect. 2018;98(4):331-338. doi:10.1016/j.jhin.2017.08.025.
Fonte

8. Shapiro MP, Setlow P. Mechanisms of Bacillus subtilis spore killing by and resistance to an acidic Fe-EDTA-iodide-ethanol formulation. J Appl Microbiol. 2006;100(4):746-753. doi:10.1111/j.1365-2672.2006.02838.x.
Fonte

9. Punjataewakupt A, Napavichayanun S, Aramwit P. The downside of antimicrobial agents for wound healing. Eur J Clin Microbiol Infect Dis. 2019;38(1):39-54. doi:10.1007/s10096-018-3393-5.
Fonte

10. Hirsch T, Jacobsen F, Rittig A, Goertz O, Niederbichler A, Steinau H, Seipp H, Steinstraesser L. Vergleichende In-vitro-Studie zur Zytotoxizität klinisch eingesetzter Antiseptika. 2009;60(12):984-991.
Fonte

11. Daeschlein G. Antimicrobial and antiseptic strategies in wound management. Int Wound J. 2013;10 Suppl 1:9-14. doi:10.1111/iwj.12175.
Fonte

12. Osso D, Kanani N. Antiseptic mouth rinses: an update on comparative effectiveness, risks and recommendations. J Dent Hyg. 2013;87(1):10-18.
Fonte

13. Kramer A, Adrian V, Rudolph P, Wurster S, Lippert H. Explantationstest mit Haut und Peritoneum der neonaltalen Ratte als Voraussagetest zur Verträglichkeit lokaler Antiinfektiva für Wunden und Körperhöhlen. Springer-Verlag, Berlin. 1998;69:840-845.
Fonte

14. Borneff-Lipp M, Gebel J. Desinfektionsmittel-Liste der DGHM. mhp-Verlag GmbH, Wiesbaden. 2002:10.
Fonte

15. Steed L, Costello J, Lohia S, Jones T, Spannhake E, Nguyen S. Reduction of nasal Staphylococcus aureus carriage in health care professionals by treatment with a nonantibiotic, alcohol-based nasal antiseptic. 2014;42(8):841-846.
Fonte

16. Cernich C. Universal Preoperative Antiseptic Nasal and Skin Decolonization for Reduction in SSI and Associated Costs. 2020;48,(8):50.
Fonte

17. Enzelsberger H, Eppel W, Dorninger G, Wewalka G. Zur Effizienz von Verfahren für die präoperative Vaginalantiseptik. Geburtshilfe Und Frauenheilkunde. 1995;55:707-710. doi:10.1055/s-2007-1022319.
Fonte

18. Friese K, Neumann G, Siebert J, Harke H, Kirschner W. Vergleich zweier lokaler Antiseptika in der klinischen Anwendung bei bakteriell bedingten Vaginalinfektionen. Geburtshilfe Frauenheilkunde. 2000;60(6):308-313. doi:10.1055/s-2000-9536.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Buchsektion
Kramer A, Assadian O, Exner M, Hübner N, Simon A. Krankenhaus- und Praxishygiene. Elsevier GmbH, München. 2012;2:73-91.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Rheinbaben F, Köhnlein J, Naujox K, Werner S. Zur Wirksamkeit der Kombination von Xylometazolinhydrochlorid und Dexpanthenol gegen Bakterien, Hefen und Viren. 2017;39(2):36-39. doi:10.1016/j.khinf.2017.03.002.
Vai alla fonte
Buchsektion
Grünewald K. Theorie der medizinischen Fußbehandlung, Ein Fachbuch für Podologie. Verlag Neuer Merkur GmbH, München. 2006;1:232-233.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Salakdeh M. Der Einfluß topisch applizierter Antiseptika auf die Mikrozirkulation der gesunden Haut. Bergmannsheil Klinik, Bochum. 2005:10-12.
Vai alla fonte
Buchsektion
Assmann H, Beckmann K, Bergmann G, Bohnenkamp H, Doerr R, Eppinger H, Grafe E, Hiller F, Katch G, Nonnenbruch W, Schittenhelm A, Schoen R, Siebeck R, Strahhelin R, Stepp W, Straub H, Stroebe F. Lehrbuch der inneren Medizin. Springer-Verlag, Berlin. 1939;4(1):71-74.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Wood A, Payne D. The action of three antiseptics/disinfectants against enveloped and non-enveloped viruses. J Hosp Infect. 1998;38(4):283-295. doi:10.1016/s0195-6701(98)90077-9.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Kampf G. Efficacy of ethanol against viruses in hand disinfection. J Hosp Infect. 2018;98(4):331-338. doi:10.1016/j.jhin.2017.08.025.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Shapiro MP, Setlow P. Mechanisms of Bacillus subtilis spore killing by and resistance to an acidic Fe-EDTA-iodide-ethanol formulation. J Appl Microbiol. 2006;100(4):746-753. doi:10.1111/j.1365-2672.2006.02838.x.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Punjataewakupt A, Napavichayanun S, Aramwit P. The downside of antimicrobial agents for wound healing. Eur J Clin Microbiol Infect Dis. 2019;38(1):39-54. doi:10.1007/s10096-018-3393-5.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Hirsch T, Jacobsen F, Rittig A, Goertz O, Niederbichler A, Steinau H, Seipp H, Steinstraesser L. Vergleichende In-vitro-Studie zur Zytotoxizität klinisch eingesetzter Antiseptika. 2009;60(12):984-991.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Daeschlein G. Antimicrobial and antiseptic strategies in wound management. Int Wound J. 2013;10 Suppl 1:9-14. doi:10.1111/iwj.12175.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Osso D, Kanani N. Antiseptic mouth rinses: an update on comparative effectiveness, risks and recommendations. J Dent Hyg. 2013;87(1):10-18.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Kramer A, Adrian V, Rudolph P, Wurster S, Lippert H. Explantationstest mit Haut und Peritoneum der neonaltalen Ratte als Voraussagetest zur Verträglichkeit lokaler Antiinfektiva für Wunden und Körperhöhlen. Springer-Verlag, Berlin. 1998;69:840-845.
Vai alla fonte
Richtlinien der DGHM
Borneff-Lipp M, Gebel J. Desinfektionsmittel-Liste der DGHM. mhp-Verlag GmbH, Wiesbaden. 2002:10.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Steed L, Costello J, Lohia S, Jones T, Spannhake E, Nguyen S. Reduction of nasal Staphylococcus aureus carriage in health care professionals by treatment with a nonantibiotic, alcohol-based nasal antiseptic. 2014;42(8):841-846.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Cernich C. Universal Preoperative Antiseptic Nasal and Skin Decolonization for Reduction in SSI and Associated Costs. 2020;48,(8):50.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Enzelsberger H, Eppel W, Dorninger G, Wewalka G. Zur Effizienz von Verfahren für die präoperative Vaginalantiseptik. Geburtshilfe Und Frauenheilkunde. 1995;55:707-710. doi:10.1055/s-2007-1022319.
Vai alla fonte
Klinische Studie
Friese K, Neumann G, Siebert J, Harke H, Kirschner W. Vergleich zweier lokaler Antiseptika in der klinischen Anwendung bei bakteriell bedingten Vaginalinfektionen. Geburtshilfe Frauenheilkunde. 2000;60(6):308-313. doi:10.1055/s-2000-9536.
Vai alla fonte
Recensioni