Ultimo aggiornamento: Agosto 31, 2021

Il nostro metodo

27Prodotti analizzati

44Ore trascorse

39Articoli valutati

148Recensioni degli utenti

Benvenuto nel nostro grande test dei cristalli di CBD 2021. Qui presentiamo tutti i cristalli di CBD che abbiamo testato in dettaglio. Abbiamo compilato informazioni dettagliate e aggiunto un riassunto delle recensioni dei clienti su internet.

Vorremmo rendere la tua decisione di acquisto più facile e aiutarti a trovare i migliori cristalli di CBD per te.

Puoi anche trovare le risposte alle domande più frequenti nella nostra guida. Se disponibile, offriamo anche interessanti video di prova. Inoltre, in questa pagina troverai anche alcune informazioni importanti a cui dovresti assolutamente prestare attenzione se vuoi comprare i cristalli di CBD.




Sommario

  • Il CBD è una sostanza vegetale chiamata cannabidiolo, che è contenuta nella pianta della canapa. Questo appartiene ai cosiddetti cannabinoidi, in cui ne esistono altri 112.
  • È stato dimostrato che i cristalli di cannabidiolo hanno un effetto positivo sul corpo e sulla psiche. Finora sono stati pubblicati numerosi studi sul CBD.
  • Il CBD per i cristalli non è dannoso per la salute, perché a differenza del THC, che è contenuto anche nella canapa, non c'è alcun effetto psicoattivo.

Cristalli di CBD: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida: Domande che dovresti farti prima di acquistare i cristalli di CBD

Cos'è il CBD?

Il CBD è una delle tante sostanze vegetali che si trovano nella pianta di cannabis. Il CBD è quindi uno dei 113 cannabinoidi in totale.

A differenza del THC, che appartiene anch'esso ai cannabinoidi, il CBD non ha alcun effetto psicoattivo. In altre parole, la sostanza non ha un effetto intossicante e quindi non fornisce il ben noto effetto "high".

I cristalli di cannabidiolo consistono in una polvere fine e hanno almeno il 98% di CBD. Questo li rende la forma più pura di prodotti CBD. (Fonte immagine: Unsplash.com / Alexandre Chambon)

Pertanto, il principio attivo è spesso mal interpretato. Innumerevoli studi hanno già dimostrato gli effetti positivi del CBD.

CBD è diventato un argomento caldo negli ultimi anni perché, da un lato, il mercato offre un'offerta in costante crescita della sostanza e, dall'altro, i ricercatori di tutto il mondo stanno diligentemente studiando a fondo il principio attivo.

Un gran numero di studi sono già stati pubblicati confermando l'effetto positivo sulla salute. Tuttavia, il CBD è ancora percepito da alcune persone come uso di droga, dato che la sostanza è un componente della pianta di canapa.

Quello che molte persone non sanno, tuttavia, è che ci sono sia una moltitudine di varietà di canapa che innumerevoli sostanze attive in esse contenute. Così, il CBD è costantemente visto sotto una falsa luce a causa del dannoso THC.

Cosa sono i cristalli di CBD?

I cristalli di CBD sono fondamentalmente CBD in polvere. I cristalli sono così fini che sono paragonabili allo zucchero a velo.

Inoltre, i cristalli sono caratterizzati da una purezza estremamente elevata, che di solito è almeno del 98%. Questo li rende la forma più pura di CBD attualmente disponibile.

Il risultato è ovvio; a causa dell'alta purezza, un effetto massimo dell'effetto positivo sulla salute è la conseguenza.

Che effetto ha il CBD in generale?

CBD è particolarmente noto per il suo effetto antidolorifico. Nelle condizioni di dolore cronico, così come in numerose malattie come l'emicrania, il CBD può ridurre efficacemente la sensazione di dolore. (1)

CBD ha dimostrato di migliorare il trattamento del dolore neuropatico e del dolore infiammatorio in particolare. (2) I cristalli di CBD hanno anche un effetto particolarmente forte grazie alla loro elevata purezza.

Tuttavia, una cosa va notata; la sostanza non combatte la causa e quindi non è considerata un sostituto di una medicina.

Tuttavia, il sollievo del dolore provoca una sensazione generale più positiva, quindi può essere assunto in modo sicuro. Solo in pochi casi il principio attivo può aggravare i disturbi.

Tuttavia, questo dipende interamente dall'individuo, poiché ogni corpo è unico e di conseguenza reagisce in modo diverso alla sostanza.

Assumere cristalli di CBD ha senso come misura preventiva?

CBD può sicuramente essere usato come misura preventiva. Prendendolo, il dolore diminuisce, il benessere generale aumenta e lo stress si riduce.

Può anche essere usato per combattere una varietà di malattie comuni, poiché queste sono spesso causate da un alto livello di stress.

Inoltre, la sostanza è adatta come coadiuvante durante la terapia, sia per alleviare il dolore che per ridurre i farmaci, che sono spesso accompagnati da effetti collaterali.

Gli studi dimostrano anche che il CBD è un efficace principio attivo che porta benefici al cuore. Quindi, riduce la probabilità che si verifichino attacchi di cuore o ictus.

Uno studio ha anche esaminato l'effetto del CBD sullo sviluppo del diabete di tipo 1. Si è scoperto che l'assunzione di CBD può ritardare significativamente lo sviluppo del diabete di tipo 1 ed è quindi considerata una misura preventiva. (3)

I cristalli di CBD sono legali?

I cristalli di CBD possono essere acquistati legalmente in Germania senza un certificato medico, poiché la sostanza stessa è classificata come integratore alimentare.

È quindi legale. Tuttavia, il contenuto di THC non deve superare lo 0,2%. La sostanza è psicoattiva e quindi classificata come illegale.

Inoltre, in alcuni paesi, come la Thailandia, solo i prodotti CBD senza alcun contenuto di THC sono legali. Di solito non ci sono problemi con il CBD stesso. Tuttavia, la sostanza vegetale è considerata una medicina in alcuni paesi, motivo per cui è richiesto un certificato.

I cristalli di CBD sono disponibili anche in forma pura, ecco perché una buona polvere non ha tracce di THC.

I cristalli di CBD sono adatti anche ai bambini?

CBD non ha un effetto psicoattivo, ed è per questo che la sostanza può ovviamente essere assunta anche dai bambini. L'importante è che il prodotto non contenga tracce di THC.

CBD può anche aiutare ad alleviare il dolore e i sintomi per i bambini con crisi epilettiche o con disturbi complessi del movimento . (4, 5)

Nel risultato di uno studio, i ricercatori hanno dichiarato che il trattamento con CBD ha portato ad una significativa riduzione della frequenza delle crisi nei pazienti con la sindrome di Dravet. (6)

Per chi sono adatti i cristalli di CBD?

Il CBD è noto per aumentare il benessere generale e la vitalità, motivo per cui la sostanza beneficia in linea di principio tutti. In particolare, alle persone con alcune malattie e condizioni di dolore si raccomanda di prendere i cristalli di CBD.

La seguente lista mostra alcune malattie che possono essere trattate con la sostanza vegetale

  • Cancro (7)
  • Infezione da HIV
  • Spasmi della vescica
  • Asma
  • Infiammazione (8)
  • Mal di testa, specialmente emicranie (1)
  • Epilessia (9)
  • Sclerosi multipla (10, 11)
  • Migliorare la qualità della vita nella malattia di Parkinson (12)
  • Dolore cronico, come la fibromialgia e l'artrite reumatoide (13)
  • Malattia di Alzheimer (14)
  • Malattia infiammatoria intestinale (15)

Inoltre, la seguente lista include diverse malattie mentali che il CBD può aiutare

  • Disturbi del sonno (16)
  • Disturbi d'ansia (17)
  • Depressione (18, 19)
  • Disturbo da stress post-traumatico (20)
  • ADHD (21)

Infine, va detto che il CBD può alleviare o attenuare il dolore. Pertanto, non si dovrebbe presumere una cura completa. Questo è particolarmente vero per le malattie gravi come il cancro.

Nel cancro, il CBD ottiene almeno buoni effetti in termini di nausea o dolore associati alla malattia. (7)

Decisione: Quali tipi di CBD esistono e qual è quello giusto per te?

Fondamentalmente, puoi distinguere tra quattro diversi tipi / tipi di CBD

  • Cristalli
  • Gocce
  • Olio
  • Capsule

Cosa sono i cristalli di CBD e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

I cristalli di CBD descrivono il CBD nella sua forma più pura, che è visivamente paragonabile allo zucchero a velo. Se necessario, i cristalli possono essere dissolti con alcuni processi in modo che la sostanza possa essere mescolata con un liquido.

Steamers può anche godere di questo. Dopo la dissoluzione in olio, il principio attivo può essere assunto anche per via orale.

Vantaggi
  • Massima purezza
  • Può essere usato anche con gli e-liquid
  • Può essere usato con le bevande
  • Può essere assorbito direttamente dal corpo (per via orale)
  • Adatto ai bambini
Svantaggi
  • Dosaggio esatto possibile in misura limitata
  • Varietà di prodotti limitata

Cosa sono le gocce di CBD e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Le gocce di CBD si prendono per via orale mettendo alcune gocce sulla lingua. Inoltre, è possibile un dosaggio individuale. Anche qui, il contenuto di THC non deve superare il noto 0,2%.

Vantaggi
  • Possibile l'assunzione diretta
  • Effetto rapido
Svantaggi
  • Piccola varietà di prodottiIl gusto richiede un po' di tempo per abituarsi

Cos'è l' olio di CBD e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

L'olio di CBD ha la massima purezza dopo i cristalli. Può anche essere ingerito direttamente. Tuttavia, molte persone trovano il sapore sgradevole.

In alternativa, l'olio può anche essere utilizzato in combinazione con una sigaretta elettronica o un vaporizzatore.

Vantaggi
  • Effetto rapido
  • Può anche essere usato per la vaporizzazione
  • Alta varietà di prodotti
  • Adatto ai bambini
  • Possibile l'ingestione diretta
Svantaggi
  • Non adatto a chi è in viaggio
  • Il gusto richiede un po' di tempo per abituarsi

Cosa sono le capsule di CBD e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Le capsule di CBD contengono l'olio all'interno del guscio della capsula. Le capsule sono insapori e possono essere prese rapidamente.

Vantaggi
  • Adatto ai bambini
  • Assunzione diretta se possibile
  • Alta varietà di prodotti
Svantaggi
  • Effetto ritardato

Criteri di acquisto: Puoi usare questi fattori per confrontare e valutare i cristalli di CBD

In sintesi, questi sono:

  • Purezza
  • Quantità

Di seguito vogliamo mostrarti quali fattori puoi usare per confrontare e valutare i cristalli di CBD. Sarà più facile per te decidere in base ai criteri se un certo cristallo di CBD è adatto a te o no.

Purezza

La purezza indica quanto è alta la proporzione di cannabidiolo rispetto alla quantità totale.

Se lo scopo dell'uso è quello di alleviare il dolore o di contrastare le malattie, la massima purezza possibile ha senso. In linea di principio, maggiore è la percentuale di CBD, maggiore è l'effetto.

I prodotti di qualità particolarmente bassa che hanno una purezza relativamente bassa sono accompagnati da sottoprodotti dannosi. Anche per questo motivo, i prodotti di alta qualità sono un must.

I prodotti Top hanno spesso una purezza superiore al 99% e non contengono alcun sottoprodotto. Pertanto, ha senso acquistare i cristalli di CBD solo da rivenditori affidabili.

Quantità

La quantità è particolarmente importante per l'uso a lungo termine. Nel caso di malattie gravi e condizioni di dolore cronico, i cristalli di CBD sono utili per un periodo di diversi mesi. Pertanto, maggiore è la quantità, più a lungo può essere trattato il dolore.

Se vuoi provare prima i cristalli di CBD, è sufficiente una piccola quantità, per esempio 100 g.

Fatti da sapere sui cristalli di CBD

Il CBD è un argomento caldo che viene sempre più trattato dai media. Il fatto che il CBD stia guadagnando costantemente importanza nei circoli medici parla del suo alto valore per la salute. Numerose malattie possono essere trattate con esso, come gli studi hanno ormai dimostrato.

I cristalli di CBD offrono anche una purezza estremamente elevata, il che li rende particolarmente efficaci. Di seguito, approfondirò alcune domande senza risposta che probabilmente ti sarai già posto leggendo questo articolo.

Qual è il background storico del CBD?

Il CBD è un componente principale della pianta di canapa, che era già parte integrante della vita di molte persone oltre 10.000 anni fa. La fibra di canapa era usata per fare tessuti e la pianta era usata per scopi medicinali.

La prima carta nella storia dell'uomo è stata fatta circa 2.800 anni prima di Cristo ed era anch'essa fatta di fibre di canapa. Era anche usato per produrre tela da vela, corde e molto altro nel corso del tempo.

Non fu fino all'inizio del XIX secolo, quando l'impero francese stabilì un blocco continentale, che la canapa perse notevole importanza. Fu sostituita dal cotone come fornitore di tessuti e il commercio della canapa fu successivamente proibito.

Fino a qualche decennio fa, la canapa era considerata semplicemente una droga, usata solo da drogati e personalità interrotte come agente intossicante.

Ma già verso la fine del XX secolo, la pianta divenne sempre più importante. Medici di tutto il mondo hanno esaminato la canapa, dando vita a innumerevoli studi.

Gli esperti ora concordano sul fatto che la canapa è stata notevolmente sottovalutata. L'effetto inebriante è dovuto al THC, che è solo una delle innumerevoli sostanze contenute nella canapa. Ci sono anche una serie di sostanze vegetali estremamente salutari, come il CBD.

Come si possono consumare i cristalli di CBD?

I cristalli di CBD possono essere utilizzati in molti modi diversi. Oltre all'ingestione diretta attraverso la lingua, dove il principio attivo viene poi ingerito attraverso la mucosa orale, ci sono diverse altre possibilità allo stesso tempo.

I cristalli di CBD possono, per esempio, essere usati in un vaporizzatore e poi vaporizzati. Un'altra possibilità è quella di scioglierli nelle bevande, come nel caso delle compresse effervescenti.

Per il consumo di cibo, invece, c'è la possibilità di mescolare i cristalli con burro o oli.

Tuttavia, la combinazione di bevande o integratori alimentari non sviluppa il pieno effetto. La ragione di ciò è che la sostanza perde la sua forza nel sistema digestivo.

Quando viene ingerito per via orale o tramite vaporizzazione, il principio attivo dispiega la sua sostanza in un tempo estremamente breve. Tuttavia, bisogna anche notare che l'effetto dura solo per un breve periodo. Pertanto, non ci si dovrebbe aspettare che duri più di un'ora.

Gli esperti raccomandano un dosaggio da 5 a 25 mg al giorno. Se non c'è un effetto notevole dopo un po' di tempo, ha senso aumentare la dose. È importante che i nuovi arrivati inizino con una dose relativamente bassa, poiché il corpo deve prima abituarsi alla sostanza.

Come vengono prodotti i cristalli di CBD?

Il CBD viene solitamente estratto dalla pianta di canapa attraverso tre diversi processi

  • Estrazione con solvente
  • Estrazione dell'olio
  • Estrazione di CO2

L'estrazione di CO2 è il più costoso e complesso dei tre processi. Tuttavia, può raggiungere una purezza estremamente elevata, che è particolarmente importante per i cristalli di CBD. Con gli altri metodi, tuttavia, possono rimanere dei residui.

Fonte dell'immagine: Unsplash.com / Justin Aikin

Riferimenti (21)

1. Baron EP. Medicinal Properties of Cannabinoids, Terpenes, and Flavonoids in Cannabis, and Benefits in Migraine, Headache, and Pain: An Update on Current Evidence and Cannabis Science. Headache. 2018 Jul;58(7):1139-1186.
Fonte

2. Dixon H Xu, Benjamin D Cullen, Meng Tang, Yujiang Fan. The Effectiveness of Topical Cannabidiol Oil in Symptomatic Relief of Peripheral Neuropathy of the Lower Extremities. Curr Pharm Biotechnol. 2019 Dec 1.
Fonte

3. Lehmann Christian, Fisher Nicholas, Tugwell Barna et al. Experimental cannabidiol treatment reduces early pancreatic inflammation in type 1 diabetes. Clinical Hemorheology and Microcirculation. 2016/10/18; 64(4):1-8.
Fonte

4. Sonja Elsaid, Stefan Kloiber, Bernard Le Foll. Chapter Two - Effects of cannabidiol (CBD) in neuropsychiatric disorders: A review of pre-clinical and clinical findings. Progress in Molecular Biology and Translational Science. 2019; Volume 167, Pages 25-75.
Fonte

5. Stephanie Libzon, Lihi Bar-Lev Schleider, Naama Saban et al. Medical Cannabis for Pediatric Moderate to Severe Complex Motor Disorders. J Child Neurol. Aug 2018; 33 (9), 565-571.
Fonte

6. Devinsky O, Cross JH, Laux L et al. Trial of Cannabidiol for Drug-Resistant Seizures in the Dravet Syndrome. N Engl J Med. 2017 May 25;376(21):2011-2020.
Fonte

7. Kenyon Julian, LIU WAI, DALGLEISH ANGUS. Report of Objective Clinical Responses of Cancer Patients to Pharmaceutical-grade Synthetic Cannabidiol. Anticancer Research. 2018/10/01; 38(10):5831-5835.
Fonte

8. Ribeiro A, Ferraz-de-Paula V, Pinheiro ML. Cannabidiol, a non-psychotropic plant-derived cannabinoid, decreases inflammation in a murine model of acute lung injury: role for the adenosine A(2A) receptor. Eur J Pharmacol. 2012 Mar 5;678(1-3):78-85.
Fonte

9. Hausman-Kedem M, Menascu S, Kramer U. Efficacy of CBD-enriched medical cannabis for treatment of refractory epilepsy in children and adolescents - An observational, longitudinal study. Brain Dev. 2018 Aug;40(7):544-551.
Fonte

10. Langford RM, Mares J, Novotna A et al. A double-blind, randomized, placebo-controlled, parallel-group study of THC/CBD oromucosal spray in combination with the existing treatment regimen, in the relief of central neuropathic pain in patients with multiple sclerosis. J Neurol. 2013 Apr;260(4):984-97.
Fonte

11. Mecha M, Feliú A, Iñigo PM. Cannabidiol provides long-lasting protection against the deleterious effects of inflammation in a viral model of multiple sclerosis: a role for A2A receptors. Neurobiol Dis. 2013 Nov;59:141-50.
Fonte

12. Chagas MH, Zuardi AW, Tumas V. Effects of cannabidiol in the treatment of patients with Parkinson's disease: an exploratory double-blind trial. J Psychopharmacol. 2014 Nov;28(11):1088-98.
Fonte

13. Lynch ME, Campbell F. Cannabinoids for treatment of chronic non-cancer pain; a systematic review of randomized trials. Br J Clin Pharmacol. 2011 Nov;72(5):735-44.
Fonte

14. Karl T, Cheng D, Garner B, Arnold JC. The therapeutic potential of the endocannabinoid system for Alzheimer's disease. Expert Opin Ther Targets. 2012 Apr;16(4):407-20.
Fonte

15. Irving PM, Iqbal T, Nwokolo C. A Randomized, Double-blind, Placebo-controlled, Parallel-group, Pilot Study of Cannabidiol-rich Botanical Extract in the Symptomatic Treatment of Ulcerative Colitis. Inflamm Bowel Dis. 2018 Mar 19;24(4):714-724.
Fonte

16. Chagas MH, Crippa JA, Zuardi AW. Effects of acute systemic administration of cannabidiol on sleep-wake cycle in rats. J Psychopharmacol. 2013 Mar;27(3):312-6.
Fonte

17. Nobuo Masataka. Anxiolytic Effects of Repeated Cannabidiol Treatment in Teenagers With Social Anxiety Disorders. Front Psychol. 2019 Nov 8; 10, 2466.
Fonte

18. Linge R, Jiménez-Sánchez L, Campa L. Cannabidiol induces rapid-acting antidepressant-like effects and enhances cortical 5-HT/glutamate neurotransmission: role of 5-HT1A receptors.
Fonte

19. Sales AJ, Fogaça MV, Sartim AG. Cannabidiol Induces Rapid and Sustained Antidepressant-Like Effects Through Increased BDNF Signaling and Synaptogenesis in the Prefrontal Cortex. Mol Neurobiol. 2019 Feb;56(2):1070-1081.
Fonte

20. Mateus M Bergamaschi, Regina Helena Costa Queiroz, Marcos Hortes Nisihara Chagas et al. Cannabidiol Reduces the Anxiety Induced by Simulated Public Speaking in Treatment-Naïve Social Phobia Patients. Neuropsychopharmacology. 2011; volume 36, pages 1219–1226.
Fonte

21. Cooper RE, Williams E, Seegobin S. Cannabinoids in attention-deficit/hyperactivity disorder: A randomised-controlled trial. Eur Neuropsychopharmacol. 2017 Aug;27(8):795-808.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftliche Studie
Baron EP. Medicinal Properties of Cannabinoids, Terpenes, and Flavonoids in Cannabis, and Benefits in Migraine, Headache, and Pain: An Update on Current Evidence and Cannabis Science. Headache. 2018 Jul;58(7):1139-1186.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Dixon H Xu, Benjamin D Cullen, Meng Tang, Yujiang Fan. The Effectiveness of Topical Cannabidiol Oil in Symptomatic Relief of Peripheral Neuropathy of the Lower Extremities. Curr Pharm Biotechnol. 2019 Dec 1.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Lehmann Christian, Fisher Nicholas, Tugwell Barna et al. Experimental cannabidiol treatment reduces early pancreatic inflammation in type 1 diabetes. Clinical Hemorheology and Microcirculation. 2016/10/18; 64(4):1-8.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Sonja Elsaid, Stefan Kloiber, Bernard Le Foll. Chapter Two - Effects of cannabidiol (CBD) in neuropsychiatric disorders: A review of pre-clinical and clinical findings. Progress in Molecular Biology and Translational Science. 2019; Volume 167, Pages 25-75.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Stephanie Libzon, Lihi Bar-Lev Schleider, Naama Saban et al. Medical Cannabis for Pediatric Moderate to Severe Complex Motor Disorders. J Child Neurol. Aug 2018; 33 (9), 565-571.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Devinsky O, Cross JH, Laux L et al. Trial of Cannabidiol for Drug-Resistant Seizures in the Dravet Syndrome. N Engl J Med. 2017 May 25;376(21):2011-2020.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Kenyon Julian, LIU WAI, DALGLEISH ANGUS. Report of Objective Clinical Responses of Cancer Patients to Pharmaceutical-grade Synthetic Cannabidiol. Anticancer Research. 2018/10/01; 38(10):5831-5835.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Ribeiro A, Ferraz-de-Paula V, Pinheiro ML. Cannabidiol, a non-psychotropic plant-derived cannabinoid, decreases inflammation in a murine model of acute lung injury: role for the adenosine A(2A) receptor. Eur J Pharmacol. 2012 Mar 5;678(1-3):78-85.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Hausman-Kedem M, Menascu S, Kramer U. Efficacy of CBD-enriched medical cannabis for treatment of refractory epilepsy in children and adolescents - An observational, longitudinal study. Brain Dev. 2018 Aug;40(7):544-551.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Langford RM, Mares J, Novotna A et al. A double-blind, randomized, placebo-controlled, parallel-group study of THC/CBD oromucosal spray in combination with the existing treatment regimen, in the relief of central neuropathic pain in patients with multiple sclerosis. J Neurol. 2013 Apr;260(4):984-97.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Mecha M, Feliú A, Iñigo PM. Cannabidiol provides long-lasting protection against the deleterious effects of inflammation in a viral model of multiple sclerosis: a role for A2A receptors. Neurobiol Dis. 2013 Nov;59:141-50.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Chagas MH, Zuardi AW, Tumas V. Effects of cannabidiol in the treatment of patients with Parkinson's disease: an exploratory double-blind trial. J Psychopharmacol. 2014 Nov;28(11):1088-98.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Lynch ME, Campbell F. Cannabinoids for treatment of chronic non-cancer pain; a systematic review of randomized trials. Br J Clin Pharmacol. 2011 Nov;72(5):735-44.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Karl T, Cheng D, Garner B, Arnold JC. The therapeutic potential of the endocannabinoid system for Alzheimer's disease. Expert Opin Ther Targets. 2012 Apr;16(4):407-20.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Irving PM, Iqbal T, Nwokolo C. A Randomized, Double-blind, Placebo-controlled, Parallel-group, Pilot Study of Cannabidiol-rich Botanical Extract in the Symptomatic Treatment of Ulcerative Colitis. Inflamm Bowel Dis. 2018 Mar 19;24(4):714-724.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Chagas MH, Crippa JA, Zuardi AW. Effects of acute systemic administration of cannabidiol on sleep-wake cycle in rats. J Psychopharmacol. 2013 Mar;27(3):312-6.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Nobuo Masataka. Anxiolytic Effects of Repeated Cannabidiol Treatment in Teenagers With Social Anxiety Disorders. Front Psychol. 2019 Nov 8; 10, 2466.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Linge R, Jiménez-Sánchez L, Campa L. Cannabidiol induces rapid-acting antidepressant-like effects and enhances cortical 5-HT/glutamate neurotransmission: role of 5-HT1A receptors.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Sales AJ, Fogaça MV, Sartim AG. Cannabidiol Induces Rapid and Sustained Antidepressant-Like Effects Through Increased BDNF Signaling and Synaptogenesis in the Prefrontal Cortex. Mol Neurobiol. 2019 Feb;56(2):1070-1081.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Mateus M Bergamaschi, Regina Helena Costa Queiroz, Marcos Hortes Nisihara Chagas et al. Cannabidiol Reduces the Anxiety Induced by Simulated Public Speaking in Treatment-Naïve Social Phobia Patients. Neuropsychopharmacology. 2011; volume 36, pages 1219–1226.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Cooper RE, Williams E, Seegobin S. Cannabinoids in attention-deficit/hyperactivity disorder: A randomised-controlled trial. Eur Neuropsychopharmacol. 2017 Aug;27(8):795-808.
Vai alla fonte
Recensioni