Ultimo aggiornamento: Agosto 30, 2021

Il nostro metodo

4Prodotti analizzati

45Ore trascorse

13Articoli valutati

215Recensioni degli utenti

Sei pronto per lunghe escursioni o passeggiate nei caldi giorni estivi? Naturalmente, devi avere l'attrezzatura perfetta. Oltre ai vestiti da trekking o ad uno zaino, le calzature giuste sono un must. I sandali da trekking sono una buona alternativa agli scarponi da trekking robusti e chiusi. Senza piedi sudati, ti divertirai molto di più a fare escursioni su colline e valli nelle giornate estive.

Il nostro test dei sandali da trekking 2021 è progettato per aiutarti a trovare i sandali da trekking perfetti per te. Per rendere la tua decisione più facile, abbiamo confrontato i materiali in pelle e sintetici ed elencato i loro vantaggi e svantaggi. Abbiamo anche selezionato i nostri sandali da trekking preferiti per donne, uomini e bambini.




I fatti più importanti in breve

  • I sandali da trekking sono una buona alternativa alle scarpe da trekking nei caldi giorni estivi. Nonostante la loro robustezza e le suole spesse, sono permeabili all'aria e prevengono le vesciche dovute all'accumulo di umidità.
  • I sandali da trekking possono essere divisi in due grandi gruppi in base al materiale. I sandali fatti di pelle e quelli fatti di materiali sintetici. Entrambi hanno i loro vantaggi e svantaggi, ma la fascia di prezzo è leggermente diversa.
  • Puoi riconoscere i sandali da trekking perfetti se si adattano bene al piede e non pizzicano. Non dovrebbero finire direttamente sulle dita dei piedi e dovrebbero avere un battistrada antiscivolo.

Sandali da trekking: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Criteri di acquisto e valutazione dei sandali da trekking

Ci sono molti tipi diversi di sandali da trekking. Nella prossima sezione, ti mostreremo quali aspetti dovresti considerare quando confronti i sandali da trekking.

I criteri che puoi usare per confrontare i sandali da trekking includono:

Dimensione

La dimensione è sempre il fattore più importante quando si comprano vestiti o scarpe. Questo vale anche per i sandali da trekking, dato che vengono utilizzati per coprire distanze di diversi chilometri e terreni a volte difficili.

Se la scarpa pizzica, non ti piacerà fare escursioni.

Idealmente, i sandali da trekking non dovrebbero pizzicare da nessuna parte, non essere troppo grandi o troppo piccoli e adattarsi strettamente al tallone. È anche importante che i sandali non si fermino proprio in cima al tuo piede, ma siano leggermente più grandi. Questo è particolarmente importante quando si corre in discesa, poiché i tuoi piedi scivoleranno un po' in avanti.

Le chiusure comuni sui sandali da trekking sono il velcro o una coulisse. Queste ti permettono di adattarle perfettamente e individualmente al tuo piede.

I sandali da trekking, come gli scarponi da trekking, sono spesso acquistati una mezza misura in più. Dovresti anche evitare di provarli al mattino, dato che i piedi possono gonfiarsi durante il giorno. I sandali da trekking dovrebbero essere provati prima di acquistarli.

Tomaia

Uno degli aspetti più importanti delle calzature è il materiale, poiché questo richiede cura. Per tomaia si intende la parte della scarpa che si trova sopra il collo del piede.

La maggior parte dei sandali da trekking sono fatti di pelle o di materiali sintetici come il poliestere. Entrambi hanno i loro vantaggi e svantaggi.

La pelle si adatta sempre facilmente al piede, il che evita i punti di pressione.

Inoltre, la pelle riduce la formazione di odori. Tuttavia, questo materiale ha bisogno di molta cura e reagisce più sensibilmente all'umidità.

I materiali sintetici sono meno sensibili della pelle e non richiedono cure particolari. Sono anche spesso leggeri e comodi. I materiali sintetici sono più robusti in combinazione con l'acqua, ma portano anche più rapidamente a problemi di odore o segni di pressione se non sono ben fatti.

Materiale interno

Il materiale interno dei sandali da trekking descrive solo il battistrada o la soletta.

Proprio come il materiale della tomaia, anche il materiale interno può essere fatto di materiali sintetici o di pelle. La cosa più importante è che è durevole e non danneggia la pelle. I materiali che vengono spesso utilizzati all'interno sono:

  • Tessile
  • Maglia
  • Neoprene

Dopo aver utilizzato i tuoi sandali da trekking, non dovresti mai dimenticare di pulirli. Le lunghe escursioni possono essere faticose e potresti iniziare a sudare. Per la pulizia, dovresti rimuovere la tua soletta se ne hai bisogno.

A differenza del materiale esterno, il materiale interno è invisibile. Pertanto, il suo aspetto non dovrebbe essere molto importante per te. Dato che i sandali sono solitamente indossati senza calze, la tua preoccupazione principale dovrebbe essere la tua tolleranza e il tuo comfort.

Suola

Spesso la suola dei sandali da trekking è fatta di gomma o di materiali sintetici come il poliestere.

Quando guardi la suola, dovresti prestare attenzione non solo al materiale, ma anche al tacco. Molti sandali da trekking non hanno un tacco, ma alcuni ne hanno uno piccolo di pochi centimetri.

La cosa più importante della suola è il battistrada

In contrasto con i normali sandali, il battistrada è piuttosto grossolano. Un battistrada relativamente grossolano fornisce un'aderenza adeguata, il che è molto importante, specialmente nelle escursioni più difficili.

Anche l'ammortizzazione gioca un ruolo durante le escursioni, dato che naturalmente vuoi sperimentare una camminata rilassata il più a lungo possibile. Dato che le tue prestazioni sono diverse durante le escursioni rispetto al tempo libero, è molto importante avere una buona suola.

Chiusura

Le due chiusure più comuni per i sandali da trekking sono la coulisse e la tradizionale chiusura in velcro. Non troverai lacci sui sandali da trekking.

Molti scarponi da trekking hanno una coulisse e una chiusura in velcro.

Per le escursioni più lunghe, la coulisse è sicuramente un vantaggio. Questo tipo di chiusura è più robusto, più durevole e anche di qualità superiore rispetto alla chiusura in velcro.

La chiusura in velcro, invece, è adatta per escursioni più leggere e brevi. I sandali che possono essere fissati con il velcro sono particolarmente veloci e facili da indossare. Il terreno sabbioso fa sì che il velcro si allenti rapidamente.

Il vantaggio di questi due tipi di chiusura è che ti permettono di adattare la scarpa al tuo piede. Puoi allacciarli individualmente e quindi compensare parzialmente le dimensioni e la vestibilità.

Idrorepellente

Dato che i sandali sono scarpe aperte, i tuoi piedi non sono ovviamente protetti dal bagnarsi.

Tuttavia, dovresti sempre assicurarti che i tuoi sandali da trekking siano idrorepellenti. Questo significa che non assorbono l'acqua.

Le scarpe o i vestiti idrorepellenti si riconoscono per il fatto che l'acqua rotola via dalla superficie e non entra all'interno.

I sandali da trekking che assorbono l'acqua non solo diventano notevolmente più pesanti e aumentano di peso, ma possono anche diventare molto più scomodi da indossare.

Puntale protettivo

Colloquialmente, un puntale protettivo è anche chiamato puntale in acciaio, anche se non è sempre fatto di acciaio. È incorporato nella scarpa in una forma sferica e progettato in modo che chi lo indossa lo noti il meno possibile.

La protezione delle dita dei piedi è particolarmente vantaggiosa per i bambini.

I sandali da trekking sono disponibili in molti design diversi e non tutti hanno un tappo di protezione per la punta. Questo racchiude le punte delle dita dei piedi e assicura che le punte dei piedi siano protette da impatti, pietre e lesioni.

La protezione può essere fatta di diversi materiali, tutti con vantaggi e svantaggi. L'acciaio è il più economico, ma anche il più pesante. Altri materiali includono la plastica o il titanio.

Se decidi di rinunciare a questa protezione, dovresti assicurarti che la pianta del piede sia più lunga del piede sulla punta delle dita. Questo crea una sorta di zona cuscinetto.

Decisione: Quali tipi di sandali da trekking esistono e qual è quello giusto per te?

Tipo Vantaggi Svantaggi
Sandali da trekking in pelle Si adatta al piede, Nessun piede sudato, Lunga durata Cura complessa, Resistenza all'acqua limitata
Sandali da trekking sintetici Impermeabili, di facile manutenzione, rispettosi degli animali Problemi di odore, comfort di destinazione inferiore con scarsa qualità

Entrambe le opzioni hanno i loro vantaggi e svantaggi. A seconda di ciò che preferisci in termini di cura e comfort, un diverso tipo di prodotto sarà adatto a te. Per rendere la tua decisione un po' più facile, abbiamo riassunto più dettagli sulle due varianti nella prossima sezione.

Sandali da trekking in pelle

Sandali da trekking in pelle

I sandali da trekking in pelle sono un classico. Il materiale è noto per le sue buone proprietà e il suo piacevole comfort.

La pelle ha la proprietà di adattarsi bene al piede, quindi ti sentirai comodo anche durante le escursioni più lunghe. Aiuta anche ad evitare spiacevoli punti di pressione o vesciche.

Vantaggi
  • Si adatta al piede
  • Basso problema di odore
  • Durevole
  • Traspirante
Svantaggi
  • Cura complessa
  • Solo parzialmente impermeabile
  • Può macchiare

Poiché la pelle perde importanti nutrienti e ingredienti nel tempo, dovresti curarla regolarmente. Questo è anche uno degli svantaggi di questo materiale, in quanto la sua cura richiede più tempo rispetto ad altri materiali. I sandali da trekking dovrebbero quindi essere sempre asciutti, dovresti pulirli dallo sporco grossolano e impregnarli.

Un altro vantaggio dei sandali da trekking in pelle è il basso problema degli odori. Proprio come gli scarponi da trekking, anche i sandali possono portare ai cosiddetti piedi sudati. Tuttavia, se scegli il cuoio, è piuttosto raro che i tuoi sandali inizino rapidamente a puzzare.

La pelle è molto sensibile all’acqua. Se scegli questo materiale, devi essere consapevole che i tuoi sandali da trekking sono solo parzialmente impermeabili. L’umidità a lungo termine può macchiare la pelle, ma non dovresti mai asciugarla al sole o sotto un radiatore.

Sandali da trekking in materiali sintetici

Sandali da trekking in materiali sintetici

Nel corso del tempo, i materiali sintetici sono diventati popolari anche nella fabbricazione di scarpe e sandali. Anche questa alternativa vegana e rispettosa degli animali ha i suoi vantaggi e svantaggi.

I sandali da trekking sintetici sono leggeri e comodi da indossare. Tuttavia, dovresti prestare attenzione alla lavorazione e alla qualità per evitare spiacevoli punti di pressione o vesciche durante le escursioni.

Vantaggi
  • Animal-friendly
  • Difficilmente suscettibile allo sporco
  • Facile da curare
  • Impermeabile
Svantaggi
  • Spesso meno comodo da indossare
  • Tendenza all"odore
  • Spesso di qualità inferiore

I sandali da trekking fatti di materiali sintetici sono decisamente facili da curare. Quando si bagnano, è sufficiente lasciarli asciugare. Per pulirli, spesso hai solo bisogno di un panno o una spazzola e dell’acqua tiepida.

Come per la vestibilità, è importante prestare attenzione alla qualità delle tue scarpe da trekking quando si tratta di odori. Se non sono ben fatti, puoi sviluppare rapidamente piedi sudati.

Uno dei maggiori vantaggi dei materiali sintetici è che non hanno problemi in combinazione con l’acqua. Sono impermeabili e si asciugano molto velocemente, motivo per cui puoi usarli bene su terreni bagnati.

Guida: Le domande più frequenti sui sandali da trekking rispondono in dettaglio

Sicuramente avrai una o due domande prima di acquistare sandali da trekking. Nella sezione seguente, abbiamo elencato le domande più importanti e più frequenti poste dai clienti e abbiamo risposto in dettaglio. Speriamo che la nostra grande guida ai sandali da trekking renda la tua decisione più facile.

Per chi sono i sandali da trekking?

I sandali da trekking sono versatili. Come suggerisce il nome, sono perfetti per il trekking, le passeggiate più lunghe e le escursioni.

È meglio iniziare con passeggiate più lunghe per scoprire se ti piace fare escursioni. All'inizio puoi anche usare le tue solite scarpe sportive, ma la suola dovrebbe essere antiscivolo e avere una buona presa.

Wandersandalen-1

I sandali da trekking sono particolarmente utili per i caldi giorni estivi, in quanto sono permeabili all'aria e quindi molto traspiranti.
(Fonte immagine: unsplash.com / Toa Heftiba)

Se vuoi fare escursioni più spesso e scegliere diversi percorsi di conseguenza, devi assolutamente avere le calzature giuste. I sandali da trekking sono particolarmente adatti all'estate.

Dal momento che i sandali da trekking spesso non sono così vistosi come gli scarponi da trekking, puoi indossarli senza problemi anche per le visite in città più lunghe. Quindi non deve essere sempre una lunga escursione attraverso le montagne.

Quanto costano i sandali da trekking?

I prezzi dei sandali da trekking possono variare notevolmente. Spesso vanno dai 30 ai 100 euro. I motivi per cui i prezzi variano così tanto sono:

  • Marchio
  • Lavorazione
  • Materiale

I prezzi dei sandali da trekking per uomo e per donna sono molto simili. Ci sono anche modelli unisex, ma anche questi non differiscono nel prezzo dagli altri.

Tipo Fascia di prezzo
Sandali da trekking in pelle Circa 60-100 euro
Sandali da trekking sintetici Circa 30-70 euro

I sandali fatti di pelle sono un po' più alti nella fascia di prezzo, i materiali sintetici sono più nella fascia bassa.

Come mi prendo cura dei sandali da trekking?

Prendersi cura dei sandali da trekking è molto importante. Non importa se sono fatti di pelle o di materiale sintetico.

Poiché è molto probabile che tu le indossi senza calzini, il sudore arriva direttamente sul materiale interno. Si sporcano anche velocemente all'esterno quando cammini su colline e valli. Come tutti gli altri vestiti che indossi per le escursioni, le tue calzature devono essere pulite correttamente e curate se necessario.

Nel video hai avuto una piccola panoramica sulla corretta cura delle scarpe. Abbiamo riassunto i punti più importanti in modo che tu abbia una panoramica chiara

  • Asciugatura: se i tuoi sandali da trekking si bagnano, dovresti sempre asciugarli. Questo è ancora più importante con la pelle che con i materiali sintetici. Fai attenzione a non lasciare asciugare le tue calzature alla luce diretta del sole o sotto un radiatore caldo.
  • Rimuovi lo sporco grossolano: se i tuoi sandali da trekking sono fatti di materiali sintetici o di pelle, la prima cosa da fare è rimuovere lo sporco grossolano dalle tue calzature. Puoi farlo con un semplice pennello o anche a mano. Ma non dimenticare di pulire le suole.
  • Pulisci correttamente: prendi dell'acqua tiepida e pulisci bene i tuoi sandali da trekking con un panno. È importante pulire il materiale interno e rimuovere il sudore.
  • Cura: Se i tuoi sandali da trekking sono fatti di pelle, dovresti curare il materiale dopo la pulizia. La cura della pelle è spesso sufficiente. Dovresti farlo più spesso e non dimenticarlo, altrimenti la tua pelle potrebbe macchiarsi o addirittura diventare fragile.

Quali alternative ci sono ai sandali da trekking?

Un'alternativa ai sandali da trekking sono le scarpe da trekking. A differenza dei sandali, questi sono completamente chiusi.

Gli scarponi da trekking sono spesso indossati per escursioni più lunghe e difficili o su terreni sassosi. A causa dell'albero alto, hai più supporto e aumenta la stabilità.

A differenza dei sandali da trekking, gli stivali da trekking sono completamente chiusi e sono quindi meno permeabili all'aria. Tuttavia, sono spesso fatti di materiali traspiranti. Sono principalmente raccomandati per le basse temperature.

Wandersandalen-2

Per le escursioni nella neve o in zone fredde, dovresti assolutamente indossare robusti scarponi da trekking invece di sandali permeabili all'aria!
(Image source:unsplash.com / freestocks)

Se hai intenzione di fare escursioni sulla neve o a basse temperature in generale, dovresti lasciare i tuoi sandali da trekking a casa. Ti congelerai i piedi. Per queste escursioni, hai bisogno di scarpe da trekking adeguate che siano particolarmente alte.

I sandali da trekking non sostituiscono le scarpe da trekking! Hai sicuramente bisogno di scarpe robuste e chiuse per escursioni molto lunghe con bagagli pesanti.

I bambini hanno bisogno di sandali da trekking?

C'è una ragione per cui esistono sandali da trekking speciali per i bambini. Indossare questo speciale tipo di sandalo ha sicuramente dei vantaggi.

Wandersandalen-3

C'è una grande varietà di sandali da trekking per i più piccoli tra noi. I bambini hanno anche bisogno di comfort e sicurezza adeguati. (Fonte immagine: unsplash.com / François Verbeeck)

Con l'aiuto dei sandali da trekking, il tuo bambino è ben equipaggiato per passeggiate più lunghe o per scatenarsi su superfici non asfaltate.

La protezione delle dita dei piedi è particolarmente vantaggiosa per i bambini, poiché riduce il rischio di lesioni. Potrebbe volerci un po' di tempo per abituarsi all'inizio, ma è fatto appositamente per farti sentire il meno possibile quando lo indossi.

Altrimenti, i sandali da trekking per bambini hanno esattamente le stesse caratteristiche di quelli per adulti. Sono progettati per essere comodi da indossare e offrire sufficiente sicurezza.

La cosa speciale dei sandali da trekking per bambini, tuttavia, è la varietà di colori. Il tuo bambino avrà a disposizione una vasta gamma di colori e modelli e probabilmente non vorrà più togliersi questi sandali.

Fonte immagine: anzebizjan/ 123rf.com

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni